I 20 migliori pantaloni da yoga: il test definitivo

“Questi leggings sono trasparenti?” dice la mia vicina di tappetino allungando il sedere verso di me. “No, non si vede niente! Ma dimmi, sono comodi? Anche da seduti? Sono traspiranti?”. Più tempo passo con i pantaloni da yoga, più divento esigente nella scelta. La qualità deve essere giusta.

Ovviamente, si può fare yoga con qualsiasi tipo di leggings e ai principianti ricordo che non è necessario spendere molto. Oggi in quasi tutti i grandi magazzini, come nei discount, si può trovare un reparto fitness con abbigliamento yoga in offerta.

In questo elenco dei migliori pantaloni da yoga, invece, troverai i migliori leggings che soddisfano i seguenti requisiti:

  1. Vestibilità e taglio
  2. Materiale
  3. Coprenza
  4. Equo e sostenibile
  5. Chic
  6. Rapporto qualità-prezzo

Consiglio: se preferisci qualcosa di un po’ più semplice, dai un’occhiata alla sezione i migliori leggings da yoga neri!

Suggerimento: i nostri top e reggiseni da yoga preferiti.

I migliori pantaloni da yoga secondo i nostri criteri di qualità:

1. Vestibilità e taglio

La comodità è ovviamente il primo criterio; i pantaloni da yoga non devono essere troppo stretti (soprattutto in vita!) ma nemmeno troppo larghi da diventare ingombranti. Ricorda che anche la vestibilità è importante, perchè non vuoi passare il tempo a tirarti sù i pantaloni dopo ogni posa. Personalmente preferisco i leggings lunghi a vita alta (high waist) e larga, perché sono morbidi in vita, prevengono la fuoriuscita delle mutande e non stringono.

Il mio pantalone da yoga preferito in assoluto è High Rise del marchio Onzie di Los Angeles, che accarezza i fianchi e la vita in modo molto confortevole e non scivola né pizzica. Anche i leggings di Beyond Yoga hanno una comoda vita alta e sono disponibili in tanti colori e fantasie diverse.

Ayujia Pantaloni Yoga
Beyond Yoga
BoWo Yoga

2. Materiale

Ci sono gusti diversi in termini di materiali. Alcuni preferiscono le fibre naturali per i pantaloni da yoga, quindi pensano che il buon vecchio cotone sia il migliore. Se appartieni a questo gruppo, dai un’occhiata ai leggings in cotone biologico di Prancing Leopard. Personalmente preferisco indossare il cotone per i tipi di yoga più tranquilli o dopo lo yoga, quando voglio davvero stare comoda.

Prancing Leopard

Per gli stili di yoga più dinamici, preferiamo le fibre sintetiche: i tessuti high-tech sono super elastici, ad asciugatura rapida e traspiranti. Anche Onzie ha una collezione di leggings in fibra sintetica con fantastici design. Chi ama il sostegno e la fermezza, dovre orientarsi verso i pantaloni da Manduka, realizzati in poliestere parzialmente riciclato e comodissimi.

Ottimi anche i leggings Under Armour in tessuto HeatGear (allontana il sudore e asciuga velocemente) e con cuciture anti-sfregamento.

ESPARTO Mala, Cotone bio
Under Armour UA Speed

4. Coprenza

Sì, per me è un fattore importante da considerare. Anche i pantaloni da yoga più opachi lasciano intravedere qualcosa se punti il sedere verso il cielo. Quindi in realtà indosso sempre biancheria intima di cui non mi vergogno. Giusto per essere al sicuro!

Tornando alla coprenza dei pantaloni da yoga, si applica la seguente regola pratica: più scuro è il tessuto e più denso è il materiale, più il tessuto sarà opaco. Abbiamo avuto esperienze particolarmente positive con il marchio svedese Organic Basics e con i leggings neri in tessuto tecnico di Under Armour.

I pantaloni da yoga di Woocoo ci hanno sorpreso: non solo convincono con il loro look floreale, ma sono assolutamente opachi nonostante il colore! Anche se i leggings mandala sono addirittura di cotone.
La regola generale per il cotone è: è meglio ordinare una taglia più grande, poiché il cotone è purtroppo il più incline a essere trasparente.

Woocoo Pantaloni Yoga
Under Armour, UA HG

4. Equo e Sostenibile

Come yogi in particolare, cerchiamo di avere il minor impatto negativo possibile sul mondo. Ecco perché qui abbiamo elencato solo marchi che producono in modo trasparente, equo e rispettoso dell’ambiente e che dovrebbero quindi essere supportati.


I creatori di Pitaya creano i loro disegni dipinti a mano ispirandosi ai viaggi, alle attuali questioni sociali, al design e all’arte. La produzione avviene in Messico e Spagna, dove il team è personalmente coinvolto nel mantenimento delle condizioni di produzione corrette e pulite.

Pitaya Yoga: un piccolo brand con una produzione responsabile

Organic Basics mette il sostenibile al centro di tutto, scegliendo solo tessuti che si prendono cura dell’ambiente e collaborando solo con fabbriche che si preoccupano anche del loro impatto. Pollice su!

Organicbasics: tessuti riciclati ad impatto zero

5. Design chic

Superficiale o no, anche i pantaloni da yoga devono essere belli da vedere! I nostri preferiti sono ancora i leggings dipinti a mano di Pitaya. Ma se volete brillare, o cercate qualcosa di diverso dalle solite fantasie floreali date un’occhiata a Beyond Yoga :

Beyond Yoga

Se invece state cercando dei leggings con fantasie più yoga o tie-dye, potrebbe piacervi lo store di EUNNT, ma anche Woocoo con i suoi leggings sottili, traspiranti e soprattutto colorati:

Rapporto qualità-prezzo

Vogliamo che il nostro abbigliamento da yoga sia economico, ma non a qualsiasi prezzo: se vuoi davvero i “migliori pantaloni da yoga”, dovrai spendere un po’ di più.

Restano comunque delle valide alternative, come:

Suggerimento: su Greenyogashop ci sono spesso modelli fuori produzione a prezzi scontati. Meglio prendere due pantaloni da yoga davvero, davvero fantastici che costano un po’ di più, che non mille paia di leggings che pensi siano semplicemente ok. Quindi un investimento vale sicuramente la pena e puoi godertelo a lungo.
I soliti noti: Se vuoi andare sul sicuro, puoi affidarti ai brand sportivi più famosi, come Nike Power Studio Women’s Yoga o Adidas Yoga

Pantaloni da yoga per stili diversi

Per una pratica fluida e dinamica, consiglio pantaloni o leggings da yoga aderenti, in un tessuto che non sia di intralcio quando incroci le gambe. I materiali cosiddetti tecnici, appositamente sviluppati per lo sport e il fitness, allontanano bene il sudore.

Per stili come Hot Yoga e soprattutto Bikram Yoga nella stanza calda, io penso sia una missione suicida indossare i pantaloni lunghi. Pitaya realizza anche fantastici shorts da yoga. Adoriamo anche i pantaloncini da ciclismo di Onzie: belli anche fuori dallo studio di yoga!

Anche su Organic basics ci sono pantaloncini da yoga semplici, ovviamente equi e solidali, in nero, bordeaux e blu acqua di mare.


 Lo Yin Yoga è un po’ più comodo; si possono anche indossare pantaloni larghi come gli incredibilmente comodi Padmini di Woocoo realizzati in modal piacevolmente arioso. Anche negli stili di yoga più tradizionali come Kundalini Yoga o Hatha Yoga, spesso si indossano pantaloni più larghi. Puoi anche trovare pantaloni da yoga che sono anche adatti per tutti i giorni!


 


 

Lascia un Commento!